Download Il tao della biologia: saggio sulla comparsa dell'uomo by Giuseppe Sermonti PDF

By Giuseppe Sermonti

«È l’uomo che deriva dalla scimmia o los angeles scimmia che deriva dall’uomo?» Il limitation non ha senso, se è vero che una specie che ha già imboccato una strada non può uscirne. L’idea dell’origine di una specie in keeping with aggiunte terminali ai caratteri di un’altra è ormai superata. Le specie sorelle sembrano piuttosto irradiarsi da un nodo comune disegnando quelle che sono country chiamate «esplosioni o radiazioni evolutive». Il problema è semmai chi, tra uomo e scimpanzé, si è più distaccato dal nodo, dalla forma primaria della sua famiglia. in step with Darwin questo peregrino è l’uomo, e sul nodo è rimasta, immutata, un’arcaica scimmia. Invece l’uomo è l. a. forma primaria, archetipica, conservatrice. Rispetto ai suoi congeneri ha conservato lo schema anatomico tipico, los angeles base molecolare del proprio ordine di appartenenza. Egli è il Peter Pan dei Primati, «il bambino che non voleva crescere». È il primo, non l’ultimo. Nei termini del Tao, l’uomo è Yin, nero, tenero, femminile. los angeles scimmia è Yang, bianca, dura, maschile. Uomo e scimmia sono due modalità dell’essere, opposte e complementari: ognuna contiene in sé los angeles potenza inespressa dell’altra. L’uomo, solenne, è il sole della savana, los angeles scimmia, festosa, istintiva, è l. a. luna nel bosco. L’uomo ha avuto infusa un’anima che lo destina alla luce o al peccato; l. a. scimmia, con il suo istinto innocente, subisce le catene dell’uomo.
L’opera di Sermonti raccoglie e combina risultati scientifici, aneddoti, parabole, favole e variazioni filosofiche. Il protagonista è l. a. scimmia, il modello è l’uomo, l’eroe è il bambino.

Show description

Read Online or Download Il tao della biologia: saggio sulla comparsa dell'uomo PDF

Similar italian books

Additional resources for Il tao della biologia: saggio sulla comparsa dell'uomo

Example text

Orang-utang» era una parola indiano-orientale e stava a significare «uomo del bosco». Il famoso anatomista Edward Tyson, che ebbe l'incarico di dissezionare il piccolo animale morto in cattività, era uomo pio, e certo non aveva intenzione di scoprire nelle carni aperte del pigmeo il segreto della unicità dell'uomo. Nel 1699 egli pubblicò le sue osservazioni in uno scritto intitolato: «Orang-utang: o l'anatomia di un pigmeo comparata a quella di una scimmietta (monkey), di uno scimmione {ape) e dell'uomo» '.

Le illazioni darwiniane sulla nascita della prima parola non hanno per il vero molta più dignità di una storiella fantasiosa. Le scimmie, argomenta Darwin, come i malati microcefali e i barbari, tendono a imitare tutto ciò che odono. Esse mandano grida di allarme per avvisare le compagne. Una scimmia particolarmente dotata d'ingegno potrebbe aver cercato di imitare il ruggito di una belva. «E questo sarebbe stato il primo passo nella formazione del linguaggio. Mentre la voce si andava sempre più adoperando, gli organi U n g i o v a n e s c i m p a n z é e s p r i m e i suoi sentimenti con tutto il corpo: attenzione, tensione, noia.

33. "Ivi, pp. 37-38. 12 P. Camper, Account of the Organs of Speech of the Orang-utang, «Phil. Trans. », London 1779, n. 69, pp. 155-156. " P . C a m p e r (opera postuma), Dissertation ractérisent la phisionomie des hommes, sur les variétés des divers climats naturelles et des différens qui caâges, Francart, Paris 1792, pp. 12-40. " J. B. de Lamarck, Philosophie zoologique, Schleicher Frères, Paris 1809 vol. 1, pp. 353 sgg. ,5 C. Darwin, The Descent of Man and Selection London 1871, p. 83. "•Ivi, p.

Download PDF sample

Rated 4.54 of 5 – based on 32 votes