Download Crisi e rinascita del liberalismo classico by Antonio Masala PDF

By Antonio Masala

Dopo una lunga crisi, che ne aveva non soltanto deteriorato l'immagine ma soprattutto snaturato le fondamenta, il liberalismo, a partire dagli anni Quaranta, rinasce come una teoria politica capace di dare una risposta area of expertise e innovativa ai problemi della società. L'intento di questo lavoro è dunque cercare di capire in cosa consista l. a. filosofia politica del liberalismo classico e in che termini los angeles sua rinascita, che talora coincide con l. a. riscoperta di radici dimenticate, configuri anche una risposta al problema dell'"ordine politico buono" e una ricerca dei modi in cui perseguirlo. Nella ricostruzione di story percorso - che prende le mosse da alcune critiche al liberalismo come corresponsabile dei mali della modernità - i passaggi chiave sono rappresentati dall'analisi della crisi e della trasformazione della teoria liberale, dalla riflessione sulla natura e sulle reason del totalitarismo, e dalla chiarificazione del controverso legame tra liberalismo e democrazia. Muovendo da questi temi gli esponenti del liberalismo classico configurano così un modello di "ordine spontaneo" che, rifiutando di identificare los angeles politica con lo stato e con le scelte collettive, giunge a mettere in discussione il ruolo della coercizione nella vita politica.

Antonio Masala è ricercatore di Filosofia Politica all'IMT Alti Studi Lucca, dove insegna Political conception e Ideologies and Political swap. Si occupa prevalentemente della filosofia politica liberale contemporanea e del pensiero libertarian, di filosofia delle scienze sociali e di cambiamento istituzionale. Tra le sue pubblicazioni il quantity Il liberalismo di Bruno Leoni, 2003 (autore del quale ha anche curato l'edizione di alcune importanti opere), e saggi sul rapporto tra stati nazionali e globalizzazione e sul conservatorismo.

Show description

Read More

Download L'utilità della storia by Piero Bevilacqua PDF

By Piero Bevilacqua

E' ancora importante los angeles conoscenza storica? Conserva una qualche
utilità il suo insegnamento nelle scuole e nelle università? Continua a costituire un vantaggio according to los angeles formazione del cittadino del mondo attuale? Inutile nasconderselo: il sistema dei valori dominanti, lo stile stesso dell’epoca presente tendono a considerare superflua los angeles storia. Svaluta­zione del passato e delle sue possibilità di conoscenza; erosione della me­moria, pubblica e privata; «declino dell’avvenire», consistent with l’impossibilità di pensarlo e prefigurarlo: è il presente advert assumere, nelle nostre società, una
dimensione totalizzante, come se questo fosse davvero l’unico dei mondi possibili. Ma l. a. storia mostra - ed è questo il suo insostituibile compito civile - che altri mondi sono possibili: che le cose non necessariamente sono andate come dovevano andare; che l’ambito delle possibilità umane si muove in uno spazio predeterminato, ma non chiuso. Questa consapevolezza del carattere aperto della nostra vicenda collettiva si può avere sol­tanto studiando l. a. storia.
Sorge da qui l’afflato culturale e al contempo civile e pedagogico di questo libro, in cui l’autore, a dieci anni di distanza dalla prima edizione, riformula alcuni problemi lasciando according toò intatta l. a. sostanza originaria, anche perché mai come oggi, e mai come nel nostro paese, il passato è di­
ventato luogo di aspre contese politiche. A partire naturalmente dall’interpretazione di una fase drammatica della storia d’Italia, quella della Re­sistenza e del secondo dopoguerra. In questo senso, si rende necessario soprattutto oggi ciò che questo libro auspica, ovvero l. a. presenza attiva
della ricerca storica, con l. a. sua opera di distinzione fra memorie colletti­ve, ricordo dei protagonisti e ricostruzione documentata, priva di intenti strumentali e sostenuta da autentica passione civile
Piero Bevilacqua insegna Storia contemporanea all’Università «La Sapienza» di Roma. È autore di numerosi volumi, tra cui, according to i tipi della Donzelli, Breve storia dell’Italia meridionale(1993, 1997, 2005); Venezia e le acque(1995, 1998); Tra na­tura e storia(2000); Demetra e Clio(2001); los angeles mucca è savia. Ragioni storiche del­la crisi alimentare europea(2002) e Prometeo e l’aquila(2005)

Show description

Read More